Impianto solare termico in formula ESCO

L’impianto solare termico permette il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria sfruttando l’energia solare. Con acqua calda sanitaria per uso domestico si intende, per maggiore chiarezza, ad esempio la doccia o il lavandino. Con il solare termico è possibile così risparmiare in maniera sensibile sui costi dovuti alle bollette, installando un impianto eco-sostenibile e nel pieno rispetto dell’ambiente.

FORMULA ESCO: Gruppo Altea, in qualità di società E.S.CO (Energy Service Company), grazie alle normative vigenti è in grado di proporre ai suoi clienti un impianto solare termico con 3 collettori e serbatoio da 320L a soli 600€ con installazione inclusa ed in comodato d’uso per 5 anni. Passati questi 5 anni l’impianto sarà automaticamente di vostra proprietà senza nessun altro esborso. In altre parole, a carico del cliente Altea, grazie agli incentivi, ci sarà solo un piccolo contributo da pagare, in quanto il grosso della spesa verrà rimborsata tramite gli incentivi statali.

Solare incentivi – conto termico: Attualmente in Italia esiste un sistema incentivante chiamato CONTO TERMICO, a sostegno di diversi interventi di efficientamento energetico quali l’installazione di impianti solari termici, impianti di riscaldamento o di raffrescamento.

Per quanto riguarda gli impianti solari termici per produzione di acqua calda sanitaria (ACS), a servizio di immobili a uso residenziale, la legge permette alle cosiddette società certificate E.s.co. (energy service company) di poter far effettuare l’installazione con il pagamento di un canone a carico dell’utente; la restante parte della spesa verrà rimborsata attraverso gli incentivi statali.

Dunque, affinché l’operazione sia legittimamente incentivata ci sono alcuni parametri che dovranno essere rispettati:

  1. l’impianto sarà di proprietà della E.s.co. per almeno 5 anni;
  2. La E.s.co. dovrà montare contatori utili a capire l’effettivo risparmio in termini di energia termica.
  3. L’immobile non deve essere abusivo e deve essere a uso residenziale (quindi esclusi uffici o garage ad esempio)
  4. La superficie catastale dell’immobile. Gli incentivi infatti sono proporzionali alla superficie dei pannelli solari: più è ampia, più incentivi la Esco prende, più diventa allettante l’investimento per l’utente.

Lascia i tuoi dati e verrai ricontattato

Desideri maggiore consulenza?

Chiama ora un nostro consulente